Dire “Namaste” è appropriazione culturale?

Nei paesi anglosassoni, e in particolare negli Stati Uniti, c’è da qualche anno un dibattito piuttosto vivace su un tema di cui invece da noi si parla pochissimo. Si tratta dell’intersezione fra globalizzazione dello yoga e appropriazione culturale. In particolare, di come alcune espressioni della cultura e della spiritualità indiana e induista siano state in parte fagocitate dall’industria dello yoga e in parte assorbite in … Continua a leggere Dire “Namaste” è appropriazione culturale?

Ritiri yoga di Capodanno: saluta il 2020 sul tappetino

Come (quasi) ogni anno, ecco l’appuntamento con gli yoga retreats a ridosso di San Silvestro. Quella dei ritiri e delle vacanze virati intorno allo yoga, da chi li chiama “residenziali” a chi adotta la dicitura “yoga retreat”, è una piccola industria in continua crescita, che chiama in causa agenzie specializzate, centri yoga più o meno grandi, ma anche insegnanti singoli e strutture agrituristiche virate alle … Continua a leggere Ritiri yoga di Capodanno: saluta il 2020 sul tappetino

Camminare con Tich Nhat Hanh

Interessante visione di Walk with me, il documentario su Tich Nhat Hanh, qualche sera fa. Io che mi risvegliavo dal buio della sala emozionata e piena di domande, i miei amici che volevano sbattere la testa contro il muro dal sonno o dalla noia. Interessante, perché siamo tutti praticanti di yoga, quattro su cinque insegnanti. Più che un documentario, Walk with me è un lungo … Continua a leggere Camminare con Tich Nhat Hanh

Samavesha and friends

Questa cosa che, poiché Spaghetti Yoga non è una testata giornalistica, posso permettermi di scrivere le cose quando voglio mi sta un po’ prendendo la mano. Quindi scusatemi se scrivo solo ora della mia esperienza a Samavesha, il Festival internazionale di Anusara che si è tenuto a Merano tra fine maggio e inizio giugno. Dei 5 giorni del programma, purtroppo un pochino costosi, sono riuscita … Continua a leggere Samavesha and friends

5 documentari per imparare (o ripassare) qualcosa sullo yoga

Visto che nel precedente post ho fatto coming out sulla mia passione cinefila, e visto che sono appassionata frequentatrice di festival e avida consumatrice dei documentari Netflix, mi sono detta che valeva la pena di continuare sulla linea “cinema & yoga”. Ecco una personale lista di documentari, tutti relativamente recenti, da vedere in una sera di pioggia, oppure dopo una di quelle pratiche intense in … Continua a leggere 5 documentari per imparare (o ripassare) qualcosa sullo yoga

«Che fai a Capodanno?» 5 Ritiri yoga per chiudere in bellezza il 2016

Ancora una settimana per organizzare il capodanno, sette giorni che possono dilatarsi all’infinito. Intanto, per chi sogna una fuga pacifica e piena di sadhana, ecco qualche idea 1) Nella campagna piemontese con HARI OM Hari Om non lo conosco di persona ma ho studiato negli anni con diverse persone “laureatesi” insegnanti alla scuola di Marco Mandrino, tutti bravissimi. I miei preferiti li ho ribattezzati i … Continua a leggere «Che fai a Capodanno?» 5 Ritiri yoga per chiudere in bellezza il 2016

Quando lo yoga fa respirare un romanzo: Il Cane a Testa in Giù di Claire Dederer

E così eccolo, il libro che invece avrei voluto scrivere io. Un romanzo punteggiato, scandito dallo yoga, in cui ogni capitolo ha il titolo di un’asana. Non dico che fosse un’idea originale, solo che l’avevo avuta anch’io ma era finita nel cassetto dei “farò”. Questo poi è stato scritto da una giornalista critica letteraria, pensatrice compulsava e adoratrice della letteratura, che qui fonde la gioia … Continua a leggere Quando lo yoga fa respirare un romanzo: Il Cane a Testa in Giù di Claire Dederer