Dire “Namaste” è appropriazione culturale?

Nei paesi anglosassoni, e in particolare negli Stati Uniti, c’è da qualche anno un dibattito piuttosto vivace su un tema di cui invece da noi si parla pochissimo. Si tratta dell’intersezione fra globalizzazione dello yoga e appropriazione culturale. In particolare, di come alcune espressioni della cultura e della spiritualità indiana e induista siano state in parte fagocitate dall’industria dello yoga e in parte assorbite in … Continua a leggere Dire “Namaste” è appropriazione culturale?

Yoga e infortuni: colpa di Instagram?

Recita così il titolo accattivante di un articolo su un recente numero del Telegraph: Secondo gli esperti, Instagram contribuisce all’aumento di infortuni tra gli insegnanti di yoga che vogliono il post perfetto sui social media Per fortuna chi conosce un po’ la stampa britannica sa che il Telegraph non è la Bibbia e tende un po’ alla semplificazione allarmistica. Eppure lo spunto è interessante e … Continua a leggere Yoga e infortuni: colpa di Instagram?

Ritiri yoga di Capodanno: saluta il 2020 sul tappetino

Come (quasi) ogni anno, ecco l’appuntamento con gli yoga retreats a ridosso di San Silvestro. Quella dei ritiri e delle vacanze virati intorno allo yoga, da chi li chiama “residenziali” a chi adotta la dicitura “yoga retreat”, è una piccola industria in continua crescita, che chiama in causa agenzie specializzate, centri yoga più o meno grandi, ma anche insegnanti singoli e strutture agrituristiche virate alle … Continua a leggere Ritiri yoga di Capodanno: saluta il 2020 sul tappetino

Amare lo yoga, odiarne l’ambiente, essere insegnanti secondo J. Brown

La cosa più bella, quando ti confronti con alcuni “influencer” dello yoga d’oltreoceano, è l’immediata percezione di quanto siano gentili. Dopo Marc Holzman, che per la rubrica di traduzioni “Le parole degli altri” ci aveva regalato il suo toccante faccia a faccia con una malattia, è la volta di scoprire il punto di vista di J. Brown: insegnante di yoga, scrittore, podcaster, “leader nella Slow … Continua a leggere Amare lo yoga, odiarne l’ambiente, essere insegnanti secondo J. Brown

Camminare con Tich Nhat Hanh

Interessante visione di Walk with me, il documentario su Tich Nhat Hanh, qualche sera fa. Io che mi risvegliavo dal buio della sala emozionata e piena di domande, i miei amici che volevano sbattere la testa contro il muro dal sonno o dalla noia. Interessante, perché siamo tutti praticanti di yoga, quattro su cinque insegnanti. Più che un documentario, Walk with me è un lungo … Continua a leggere Camminare con Tich Nhat Hanh

L’Importanza di lasciar(si) andare secondo Marc Holzman

Buongiorno a tutti.  La lunga estate calda mi ha tenuta lontana dal blog per un bel po’, ma per farmi perdonare dell’assenza, ecco la prima puntata di una rubrica nuova di zecca. In questa sezione scelgo e traduco post e articoli di yoga blog e siti di maestri influenti, o semplicemente interessanti. Me ne capitano talmente tanti sotto gli occhi che è un peccato non … Continua a leggere L’Importanza di lasciar(si) andare secondo Marc Holzman

Samavesha and friends

Questa cosa che, poiché Spaghetti Yoga non è una testata giornalistica, posso permettermi di scrivere le cose quando voglio mi sta un po’ prendendo la mano. Quindi scusatemi se scrivo solo ora della mia esperienza a Samavesha, il Festival internazionale di Anusara che si è tenuto a Merano tra fine maggio e inizio giugno. Dei 5 giorni del programma, purtroppo un pochino costosi, sono riuscita … Continua a leggere Samavesha and friends