Ashram o yoga retreat?

Quando il mio compagno e io siamo usciti dalla masseria-retreat di Kali Yoga, eravamo così imbambolati che abbiamo varcato il cancello a piedi, dimenticandoci la macchina all’interno. A rilassarci al limite dell’inebetimento è bastato un piccolo giro primo-pomeridiano fra le candide stanze e la piccola piscina elegante guidate da Jenni, occhi azzurrissimi, voce calma e un drink in mano (tè verde? Un gin tonic diurno?). … Continua a leggere Ashram o yoga retreat?

La yogini fuori forma: confessioni di una ragazza interrotta

  Avete presente quando vi capita di non praticare per una settimana e, al ritorno sul tappetino, pare siano passati mesi? Ecco, ora immaginate di non praticare per tre mesi. Oggi è il primo settembre e, tra i canonici buoni propositi “per il nuovo anno”, c’è il mio ritorno su questo tappetino virtuale, e la spiegazione del perché ne sono sparita. Basterebbe il mio (inconsciamente) … Continua a leggere La yogini fuori forma: confessioni di una ragazza interrotta

Impermanenza e smalto sulle unghie

  il post delirante che ho sempre sognato di scrivere Aprite un libro a caso sul buddismo e quale concetto chiave troverete? L’impermanenza. Magari collegata al non attaccamento, che poi vuol dire la stessa cosa: che ti attacchi a fare a una cosa (materica, eterea, emozionale) visto che non è destinata a durare? Quindi, appunto, l’impermanenza. E per me, che sono donna di mondo e pure … Continua a leggere Impermanenza e smalto sulle unghie

Cinque derive dello yoga di cui facevamo volentieri a meno

No, non si parla della pletora di stili, tecniche, guru e maestri. Qui si è per la democrazia e la diversità. Né ci si sta scagliando contro certi (pur discutibili) criteri di selezione di YogaGlo dove, filtra che ti rifiltra, puoi arrivare a scegliere 10 minuti (filtro: Durata) di yoga per le cosce  (filtro: Body Part) specifico per chi scia (filtro: focus: cross train). No, anche quello va bene: … Continua a leggere Cinque derive dello yoga di cui facevamo volentieri a meno

Lo yoga liquido, lo yoga di massa

Lo yoga è uno spazio sacro? Sì, no, forse. Tra business, cinismo, ambizione, begli ideali e richiamo dei sensi, una micro-puntata della mia nuova web-serie preferita, Namaste Bitches, rende l’idea di cosa sia oggi, nel bene e nel male, il mondo dello yoga. Anche, ovviamente. Cosa sia oggi il mondo dello yoga, anche. La serie è ambientata negli Stati Uniti, sunny California, dove lo yoga … Continua a leggere Lo yoga liquido, lo yoga di massa

Dopo yoga, la lentezza

Credo che sia la cosa che mi piace di più. In genere la mia pratica è pre-serale, così quando torno a casa ho davanti a me solo doccia, cena e poi lasciarmi assorbire per un paio d’ore in quello stato di lentezza che è un po’ il mio vero savasana. Succede sempre quando pratico intensamente in settimane di lavoro e ritmi frenetici. Ed è successo … Continua a leggere Dopo yoga, la lentezza

Loops and roots: affinare e raffinare

Della intensissima due giorni di Immersion Anusara fatta lo scorso week end, mi sono rimaste alcune tracce nel corpo: cosce toniche (leggi: doloranti); parte alta della schiena che mi sussurra a gran voce (non è un ossimoro casuale, è il mio modo di non darle retta, senza ahimè riuscirci) che sì, lei sarà pure forte, ma io con i loop ho esagerato; respiro che si … Continua a leggere Loops and roots: affinare e raffinare